«Se le parole si potessero scorgere». I Mondi di Doni tra Italia e Francia