‘Centro’ e ‘periferia’ del linguaggio: una mappa per orientarsi