Letture di Montaigne tra Cousin e Brunschvich