Spazi digitali, ovvero come fare spazio alla ricerca umanistica