La persona, più che un mero concetto, è un dispositivo di lunghissima durata. Il suo effetto prevalente è la separazione che istituisce, all'interno del genere umano, e di ogni individuo, tra due zone di differente valore: una razionale e volontaria, e un'altra, di tipo biologico, riconducibile all'animale o alla cosa. Contro il potere performativo di questo dispositivo l'autore inaugura una riflessione sulla categoria di 'impersonale'.

Tercera persona. Polìtica de la vita y filosofia de lo impersonal

ESPOSITO, ROBERTO
2009

Abstract

La persona, più che un mero concetto, è un dispositivo di lunghissima durata. Il suo effetto prevalente è la separazione che istituisce, all'interno del genere umano, e di ogni individuo, tra due zone di differente valore: una razionale e volontaria, e un'altra, di tipo biologico, riconducibile all'animale o alla cosa. Contro il potere performativo di questo dispositivo l'autore inaugura una riflessione sulla categoria di 'impersonale'.
Amorrortu
9789505187225
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11384/6699
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact