Coerenza morfologica e database elettronici: il caso del peso prosodico minimo nel greco antico