Alcune considerazioni sull’esperienza religiosa di Sigismondo Arquer