Nuovamente sull’imperfetto narrativo