Ancora sull’impresa del libro aperto di Emanuele Tesauro