I rapporti tra Giordano Bruno e le fonti pitagoriche sono mediati da un denso stratificarsi di testimoni e riferimenti secondari, tra i quali spiccano le citazioni aristoteliche e platoniche. Ed è proprio tra questi due autori, Aristotele e Platone, che si colloca l’utilizzo strumentale da parte di Bruno della figura e del pensiero di Pitagora e della sua Scuola, usati come mezzo concettuale per accentuare in senso universale e infinitistico certi aspetti naturalistici dell’aristotelismo e, al tempo stesso e in una direzione opposta, depotenziare la trascendenza dell’ontologia platonica, portandola a maggiore ‘contatto’ e prossimità teorica con la propria visione di una natura infinita e in incessante trasformazione. In questa ottica Pitagora e il pitagorismo risultano essere, agli occhi di Bruno, fondamento primario di una concezione unitaria del cosmo – derivato dalla monade –, importante paradigma concettuale per esplorare e approfondire l’idea dell’animazione spirituale dell’universo e, infine, archetipo teorico per una visione corpuscolare e atomistica della materialità.

Giordano Bruno, Pitagora e i pitagorici: distanze e debiti.

MATTEOLI, MARCO
2016

Abstract

I rapporti tra Giordano Bruno e le fonti pitagoriche sono mediati da un denso stratificarsi di testimoni e riferimenti secondari, tra i quali spiccano le citazioni aristoteliche e platoniche. Ed è proprio tra questi due autori, Aristotele e Platone, che si colloca l’utilizzo strumentale da parte di Bruno della figura e del pensiero di Pitagora e della sua Scuola, usati come mezzo concettuale per accentuare in senso universale e infinitistico certi aspetti naturalistici dell’aristotelismo e, al tempo stesso e in una direzione opposta, depotenziare la trascendenza dell’ontologia platonica, portandola a maggiore ‘contatto’ e prossimità teorica con la propria visione di una natura infinita e in incessante trasformazione. In questa ottica Pitagora e il pitagorismo risultano essere, agli occhi di Bruno, fondamento primario di una concezione unitaria del cosmo – derivato dalla monade –, importante paradigma concettuale per esplorare e approfondire l’idea dell’animazione spirituale dell’universo e, infine, archetipo teorico per una visione corpuscolare e atomistica della materialità.
pitagorismo rinascimentale; anima mundi; atomismo; numerologia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11384/65571
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact