Ascolto e ri-conoscenza. Sulle tracce del rapporto ebraico-cristiano