Rilettura della dimensione mistica nel laudario di Iacopone da Todi, alla luce della sua problematica adesione al movimento francescano, e anche in relazione con le sue prese di posizione circa la povertà, che risultano speculari e direttamente polemiche nei confronti di un testo di Monte Andrea, a sua volta ben noto al giovane Dante.

Jacopone poeta francescano: mistica e povertà contro Monte Andrea (e con Dante)

Leonardi L.
1997-01-01

Abstract

Rilettura della dimensione mistica nel laudario di Iacopone da Todi, alla luce della sua problematica adesione al movimento francescano, e anche in relazione con le sue prese di posizione circa la povertà, che risultano speculari e direttamente polemiche nei confronti di un testo di Monte Andrea, a sua volta ben noto al giovane Dante.
Francescanesimo in volgare (secoli XIII-XIV)
Centro Italiano di Studi sull'Alto Medioevo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11384/82184
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact