Il saggio presenta la prima trascrizione, corredata da annotazioni, dell'Orazione funebre di Federico Barocci, composta e letta pubblicamente in occasione delle sue esequie da Vittorio Venturelli nell'autunno 1612. Oltre a fornire preziose nuove informazioni sulla biografia del pittore, il testo permettere di leggere con nuova consapevolezza le biografie di Giovanni Baglione (1642) e Giovan Pietro Bellori (1672) che se ne servirono entrambi come canovaccio per elaborare il testo delle proprie 'Vite'.

L’ 'Orazione funebre' per Federico Barocci di Vittorio Venturelli da Urbino Trascrizione e note preliminari

Luca Baroni
2015

Abstract

Il saggio presenta la prima trascrizione, corredata da annotazioni, dell'Orazione funebre di Federico Barocci, composta e letta pubblicamente in occasione delle sue esequie da Vittorio Venturelli nell'autunno 1612. Oltre a fornire preziose nuove informazioni sulla biografia del pittore, il testo permettere di leggere con nuova consapevolezza le biografie di Giovanni Baglione (1642) e Giovan Pietro Bellori (1672) che se ne servirono entrambi come canovaccio per elaborare il testo delle proprie 'Vite'.
FEDERICO BAROCCI; VITTORIO VENTURELLI; ORAZIONE FUNEBRE; URBINO; DUCATO DI URBINO; FRANCESCO MARIA II DELLA ROVERE; DELLA ROVERE; RAFFAELLO; GIOVANNI BAGLIONE; GIOVAN PIETRO BELLORI
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11384/85266
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact