Lo scopo di questo lavoro consiste nell’indagare la presenza di Dante nell’opera di quattro autori del Gruppo 70 (Pignotti, Miccini, Marcucci e Malquori), riflettendo sulle modalità con cui Dante viene riscritto attraverso le tecniche del collage, dell’illustrazione o della poesia lineare. L’articolo inizia con l’analisi del dibattito teorico relativo al «neo-volgare di massa » creato dai nuovi Media. Successivamente, viene presentata una campionatura di esempi testuali per focalizzare l’attenzione sulle applicazioni pratiche di questa ricerca.

«Nei bassifondi del plurilinguismo di massa»: la presenza di Dante e della tradizione letteraria nel Gruppo 70

chiara portesine
2022-01-01

Abstract

Lo scopo di questo lavoro consiste nell’indagare la presenza di Dante nell’opera di quattro autori del Gruppo 70 (Pignotti, Miccini, Marcucci e Malquori), riflettendo sulle modalità con cui Dante viene riscritto attraverso le tecniche del collage, dell’illustrazione o della poesia lineare. L’articolo inizia con l’analisi del dibattito teorico relativo al «neo-volgare di massa » creato dai nuovi Media. Successivamente, viene presentata una campionatura di esempi testuali per focalizzare l’attenzione sulle applicazioni pratiche di questa ricerca.
Settore L-FIL-LET/11 - Letteratura Italiana Contemporanea
Gruppo 70; Dante; Ricezione di Dante; Lamberto Pignotti; Lucia Marcucci; Eugenio Miccini; Poesia visiva
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
18 PORTESINE.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Published version
Licenza: Non pubblico
Dimensione 2.48 MB
Formato Adobe PDF
2.48 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11384/125385
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact