Viene analizzata una delle più avanzate Nature morte di Giorgio Morandi degli anni Trenta, ricostruendone le presenze espositive, il dialogo con la lettura del seicentio bolognese di Roberto Longhi e il significato pittorico, nella relazione tra soggetto e superficie pittorica

Giorgio Morandi, Natura morta, 1935 (Vitali 191)

FERGONZI, FLAVIO
2016

Abstract

Viene analizzata una delle più avanzate Nature morte di Giorgio Morandi degli anni Trenta, ricostruendone le presenze espositive, il dialogo con la lettura del seicentio bolognese di Roberto Longhi e il significato pittorico, nella relazione tra soggetto e superficie pittorica
Giorgio MorandiRoberto Longhi
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11384/64831
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact