Viene analizzata una delle più avanzate Nature morte di Giorgio Morandi degli anni Trenta, ricostruendone le presenze espositive, il dialogo con la lettura del seicentio bolognese di Roberto Longhi e il significato pittorico, nella relazione tra soggetto e superficie pittorica

Giorgio Morandi, Natura morta, 1935 (Vitali 191)

FERGONZI, FLAVIO
2016-01-01

Abstract

Viene analizzata una delle più avanzate Nature morte di Giorgio Morandi degli anni Trenta, ricostruendone le presenze espositive, il dialogo con la lettura del seicentio bolognese di Roberto Longhi e il significato pittorico, nella relazione tra soggetto e superficie pittorica
Giorgio MorandiRoberto Longhi
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11384/64831
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact