L'articolo analizza un testo di Agatarchide di Cnido (II sec. a.C.) trasmesso da Fozio, e mostra come Agatarchide, nel discutere testi poetici della tradizione greca arcaica e classica, utilizzi commenti alessandrini, poi in parte confluiti negli scoli medievali. Il testo di Agatarchide può essere utile per ricostruire un frammento di Stesicoro.

Agatarchide di Cnido e i commenti ai poeti: testimonianze sulla formazione degli scoli ad Euripide e su Elena in Stesicoro

Luigi Battezzato
2003

Abstract

L'articolo analizza un testo di Agatarchide di Cnido (II sec. a.C.) trasmesso da Fozio, e mostra come Agatarchide, nel discutere testi poetici della tradizione greca arcaica e classica, utilizzi commenti alessandrini, poi in parte confluiti negli scoli medievali. Il testo di Agatarchide può essere utile per ricostruire un frammento di Stesicoro.
Settore L-FIL-LET/02 - Lingua e Letteratura Greca
Greek philology; Stesichorus; Greek poetry; Greek mythology
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Battezzato agatarchide lexis 2003.pdf

accesso aperto

Tipologia: Published version
Licenza: Accesso gratuito (sola lettura)
Dimensione 406.27 kB
Formato Adobe PDF
406.27 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11384/94605
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact